Das Schweizer Fachportal für die Geschichtswissenschaften

un/a Ricercatore/Ricercatrice post-doc

L'Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali SPGI, mette a concorso la posizione remunerata per

un/a Ricercatore/Ricercatrice post-doc

dal 1° luglio 2020.

Titolo del progetto: Una storia ambientale della guerra. Il teatro dell’Ortles-Cevedale dal 1914 alla ricostruzione postbellica / An environmental history of the War. The Ortles Cevedale Theatre from 1914 until the post-war rehabilitation

Descrizione progetto
Si veda: https://www.spgi.unipd.it/SPGI20A06-6-Mondini

Responsabile Prof. Marco Mondini

Mansione
Realizzazione di uno studio che analizzi tra 1914 e 1918 il settore alpino dell’Ortles-Cevedale, che fu al centro di una massiccia militarizzazione, in seguito alla crisi di Sarajevo e poi all’intervento nel conflitto del Regno d’Italia contro l’Austria-Ungheria (1915). Fino alla Grande guerra, l’interesse delle catene montuose nell’ambito delle dottrine militari era stato molto basso ma il primo conflitto mondiale segnò anche in questo caso una svolta. Le montagne divennero obiettivi operativi e vennero aggredite tecnologicamente per renderle un teatro bellico dove migliaia di uomini potevano vivere, operare e combattere. L’immagine più diffusa della guerra in montagna è la cosiddetta “guerra bianca”, combattuta da piccoli reparti italiani e austriaci sulle quote più alte del settore alpino. Tuttavia, questa immagine è solo parzialmente corretta. La guerra sulle Alpi fu in realtà uno scontro ad alto livello tecnologico, con la realizzazione di grandi reti infrastrutturali (teleferiche, acquedotti, strade, alloggi a quote elevate). Il progetto ha come obiettivo quello di realizzare la prima ricerca multidisciplinare e transnazionale sull’impatto di breve e medio periodo di una guerra moderna in un teatro di montagna. La ricerca prevede di non limitarsi allo svolgimento degli eventi bellici (tra 1915 e 1918), ma di indagare anche in un'ottica di lungo periodo le conseguenze economiche, sociali e ambientali dell’aggressione antropica alle montagne.

Requisiti
- Dottorato di ricerca nei seguenti ambiti: Storia contemporanea, Storia ambientale, Storia militare.

Profilo
La ricerca si propone di restituire anche al grande pubblico una conoscenza più critica delle conseguenze di lungo periodo di una guerra totale. Il progetto prevede esplicitamente l’organizzazione di momenti di disseminazione dei risultati della ricerca, nello spirito della Terza missione e secondo le linee guida dei finanziamenti europei alla ricerca: in particolare, l’implementazione di percorsi didattici e museali, sulla base di quanto già previsto dalla convenzione quadro tra Parco nazionale dello Stelvio e Università di Padova, e l’organizzazione di un convegno finale.
Dal punto di vista dei prodotti scientifici, Il progetto prevede che il titolare dell’assegno di ricerca debba presentare entro la fine del biennio, e comunque nei termini specificati dal cronoprogramma, almeno due pubblicazioni:
- Un primo articolo dovrà essere redatto e presentato per la pubblicazione in una qualificata rivista internazionale nei settori ERC SH3 o SH6, possibilmente in lingua inglese, e accettato alla fine del processo di peer review entro il dicembre 2021
- Un secondo articolo, presentato ad una rivista qualificata che potrà anche essere italiana (ma di fascia A nel settore M-STO/04), dovrà essere accettato entro il giugno 2022.
L’assegnista dovrà inoltre presentare una relazione intermedia dell'attività scientifica svolta allo scadere del primo anno di svolgimento dell'Assegno di ricerca.

Le modalità di verifica dell’attività, stabilite dal Consiglio di Dipartimento, prevedono che, al fine di accertare il conseguimento delle finalità del finanziamento, l’Assegnista di Ricerca, di concerto con il Responsabile Scientifico, dovrà presentare al Direttore di Dipartimento una relazione finale sull’attività svolta nell’ambito del progetto, sui risultati scientifici ottenuti e sugli sviluppi della ricerca avviata, entro 60 giorni dalla conclusione dell’Assegno di ricerca. Il Responsabile scientifico sarà altresì chiamato a fornire un parere rispetto all’attività svolta dall’Assegnista di ricerca nell’ambito del progetto. La relazione finale, accompagnata dal parere del Direttore di Dipartimento, sarà valutata dal Consiglio di Dipartimento. La valutazione negativa dell’attività svolta dell’assegnista sarà causa di risoluzione del contratto, senza obbligo di preavviso da parte dell’Università.

Documentazione richiesta
La domanda di partecipazione alla selezione può essere compilata a partire dalle ore 14:00 del 26 maggio 2020 ed entro le ore 14:00 del 10 giugno 2020 (CET) utilizzando esclusivamente l’apposita procedura resa disponibile all’indirizzo web https://pica.cineca.it/unipd/.

La domanda deve essere corredata da:

1. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità in file formato .pdf 2. curriculum scientifico-professionale in file formato .pdf;

2. curriculum scientifico-professionale in file formato .pdf;

3. titoli e pubblicazioni valutabili ai fini della selezione.

Candidature
Eventuali informazioni o chiarimenti in merito alle modalita’ di presentazione delle domande possono essere richieste alla Struttura (numero telefono 0498274041 email scientifica.spgi@unipd.it).

Information

Arbeitgeber: 
Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali SPGI
Arbeitsumfang: 
100%
Arbeitsort: 
Padova
Bewerbungsfrist: 
10. Juni 2020
Kontakt: 
scientifica.spgi@unipd.it
Adresse: