Fonti storiche

Museo nazionale svizzero - Timemachine

Timemachine è una mostra virtuale del Museo nazionale svizzero che contiene fotografie storiche sul tema "La Svizzera in movimento."
Le collezioni fotografiche possono essere ricercati per temi, epoche e per parola chiave.

La collezione fotografica copre il periodo dal 1839 fino ai giorni nostri e ha circa 200'000 fotografie. L'obiettivo è quello di documentare il cambiamento sociale e culturale in Svizzera dal 1840, e la storia della fotografia in Svizzera.

Gramophone - Historical recordings from the Swiss National Sound Archives

Gramophone è un progetto della Fonoteca Nazionale Svizzera che ha per obiettivo la salvaguardia e la valorizzazione dei documenti sonori storici (cilindri e dischi 78 1/min) conservati negli archivi della Fonoteca.

In questa pagina, una selezione di documenti sonori del progetto Gramophone è proposta al pubblico in "libero accesso". Si tratta di cilindri e 78 1/min che, conformemente alla legislazione svizzera, appartengono al dominio pubblico e possono dunque essere presentati in libero accesso. 200 documenti sonori storici ascoltabili.

L’inno nazionale svizzero: Salmo svizzero

Già nel 1835 il parroco Alberik Zwyssig di Wettingen compone la melodia dell'attuale inno nazionale. All'inizio è una messa in musica del salmo «Diligam te Domine» (Voglio amarti, o Signore). Nel 1841, quando Zwyssig riceve dal giornalista e paroliere zurighese Leonhard Widmer il testo di «Quando bionda aurora il mattin c'indora», adegua la melodia alla musica.

Il 21 settembre 1961, 50 anni fa, il Consiglio federale dichiara il brano inno nazionale provvisorio. E infine, 30 anni fa, il 1o aprile, il Consiglio federale revoca la temporaneità del «Salmo svizzero» e lo decreta definitivamente inno nazionale della Confederazione. Il manoscritto del «Salmo svizzero» è custodito alla Biblioteca nazionale svizzera.

Il manoscritto del «Salmo svizzero» si trova in un volumetto di Zwyssig ed è disponibile in linea.

Il testo e la musica dell'inno nazionale svizzero sono accessibili sul sito dell'Amministrazione federale svizzera.

Fondazione per le fonti giuridiche della Società svizzera dei giuristi - Collana Fonti del diritto svizzero online

Dal 1898 la Fondazione per le fonti giuridiche della Società svizzera dei giuristi pubblica la collana delle Fonti del diritto svizzero (FDS). In essa sono edite le fonti del diritto relative al territorio dell'attuale Svizzera fino al 1798. La collana conta fino ad oggi più di cento volumi, corrispondenti a più di 60'000 pagine con i testi documentari commentati, concernenti tutte le regioni linguistiche della Svizzera.

Grazie a un progetto sostenuto dal Fondo Nationale Svizzero e dal Fondo Friedrich-Emil-Welti tutti i volumi della collezione pubblicati fino ad oggi sono stati digitalizzati e sono disponibili online.

Si può accedere alla collana in modi diversi:

Museo nazionale svizzero - Collezione in linea

La collezione in linea costituisce una piattaforma di presentazione delle collezioni del Museo nazionale svizzero in Internet.

Sono disponibili in linea testi introduttivi ed immagini che illustrano l'importanza e i punti chiave di ogni collezione.

Società di storia dell’arte in Svizzera (SSAS) - L’inventario svizzero di architettura 1850-1920 (INSA)

L’Inventario svizzero di architettura 1850-1920 (INSA) documenta la crescita di quaranta città svizzere in un periodo denso di contraddizioni.

Attraverso esaustive visioni d’insieme, corredate di fotografie d’epoca e planimetrie, i dieci volumi INSA offrono un approfondito quadro della storia dell’insediamento e della cultura edilizia elvetica. La collana «Architettura e urbanistica 1850-1920» si compone di volumi monografici dedicati a città INSA.

I dieci volumi INSA sono stati digitalizzati e sono disponibili in linea: INSA digital.

Archivio federale svizzero - Recherca on-line

Da gennaio 2010 è possibile fare delle ricerche in linea in una parte degli inventari dell'archivio federale svizzero. Sono disponibili gli inventari dei dipartimenti federali degli affari esteri, di giustizia e polizia, delle finanze, dell'ambiente, energia e trasporti.

Il programma di messa in linea degli inventari (scopeArchiv) consente numerose opzioni di ricerca: ricerca semplice, struttura tematica, navigazione nel piano d'archiviazione, etc.

Inoltre un sommario dei fondi sullo Stato Federale dal 1948 offre un indice tematico dei fondi esistenti.

Archivio federale svizzero (AFS) - Verbali del Consiglio federale digitalizzati

I verbali del Consiglio federale dal 1848 al 1882 sono disponibili in Internet e possono essere utilizzati gratuitamente. I verbali riportano le decisioni, comprese quelle presidenziali, del Consiglio federale e sono redatti in scrittura corsiva tedesca.

Per accedere ai verbali, ordinati secondo la data delle sedute del Consiglio federale e delle decisioni presidenziali, si consiglia di aprire la rubrica «Ricerca nell’elenco per data». Qui si trovano anche gli indici dei temi, dei nomi e dei luoghi (anch'essi in scrittura corsiva tedesca), i quali permettono di ricercare nei verbali. È disponibile un indice per anno. Le deliberazioni riguardanti la costruzione della Ferrovia del Gottardo 1873–1882 costituiscono un registro separato.

Per i verbali del Consiglio federale non è possibile la ricerca in tutto il testo attraverso la «Ricerca semplice».

e-codices - Biblioteca virtuale dei manoscritti conservati in Svizzera

Intento di e-codices è rendere accessibili i manoscritti medievali conservati in Svizzera grazie alla creazione di una biblioteca virtuale.

Le riproduzioni digitali integrali dei manoscritti presenti nel sito sono corredate di descrizioni scientifiche. L’offerta è diretta in particolare a quanti si occupano di ricerca sui codici, ma si rivolge anche a tutti gli interessati.

Fondazione per le fonti giuridiche della Società svizzera dei giuristi

Inventario / Attività: 

La Fondazione cura le fonti del diritto relative al territorio dell'attuale Svizzera fino al 1798, raccolte nella Collana Fonti del diritto svizzero. La collana conta fino ad oggi più di cento volumi, corrispondenti a più di 60.000 pagine con i testi documentari commentati, concernenti tutte le regioni linguistiche della Svizzera. I volumi sono disponibili online.

Pagine

Abbonamento a Fonti storiche